lunedì 18 giugno 2018

[Libri] Harry Potter e la maledizione dell'erede di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne




Titolo: Harry Potter e la maledizione dell'erede
Autore: J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne
Editore: Salani
Formato: Copertina rigida
Pagine: 368
ISBN: 9788869187490

È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell'eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l'oscurità proviene da luoghi inaspettati.


Con questo libro mi sono approcciata, per la prima volta, a una sceneggiatura teatrale ma fortunatamente la lettura non è stata complicata come pensassi. I dialoghi, infatti, hanno un buon ritmo e le pagine scorrono velocemente, da fan di Harry Potter non è stato difficile immergermi nell'atmosfera magica di Hogwarts, ma devo ammettere di aver sentito tantissimo la mancanza di descrizioni approfondite degli ambienti.
I nuovi protagonisti introdotti mi sono piaciuti, in particolare ho trovato molto simpatico Severus, il figlio di Draco Malfoy che si rivela essere decisamente migliore del padre. Ho apprezzato il suo rapporto di amicizia con Albus, anche se avrei gradito maggiori approfondimenti in merito alla loro vita scolastica che, almeno nella prima parte dell'opera, scorre rapida e senza dettagli.
Ho letto con un po' di nostalgia la vita adulta di Harry, Ginny, Hermione e Ron, ma ho trovato quest'ultimo peggiorato rispetto al passato e, in generale, tutti troppo impostati e lontani dai personaggi che ricordavo.
L'espediente dei viaggi nel tempo che permette di collegare questo nuovo capitolo della saga ai volumi precedenti è un po' debole e poteva essere gestito meglio, inoltre ho avuto la sensazione che tutto si svolgesse troppo velocemente, la struttura della storia non mi ha dato modo di calarmi appieno nella vicenda e sono arrivata al finale quasi senza rendermene conto, rimanendo, da questo punto di vista, insoddisfatta.
Voto: 3,5/5

Partecipo a:
Tutti a Hogwarts con le 3 Ciambelle: Tassorosso - Gringott - Harry Potter

martedì 12 giugno 2018

[Libri] Il rumore dei tuoi passi di Valentina D'Urbano



Titolo: Il rumore dei tuoi passi
Autore: Valentina D'Urbano
Editore: Longanesi
Formato: eBook
Pagine: 222
ISBN: 9788830433854

In un luogo fatto di polvere, dove ogni cosa ha un soprannome, dove il quartiere in cui sono nati e cresciuti è chiamato «la Fortezza», Beatrice e Alfredo sono per tutti «i gemelli». I due però non hanno in comune il sangue, ma qualcosa di più profondo. A legarli è un'amicizia ruvida come l'intonaco sbrecciato dei palazzi in cui abitano, nata quando erano bambini e sopravvissuta a tutto ciò che di oscuro la vita può regalare. Un'amicizia che cresce con loro fino a diventare un amore selvaggio, graffiante come vetro spezzato, delicato e luminoso come un girasole. Un amore nato nonostante tutto e tutti, nonostante loro stessi per primi. Ma alle soglie dei vent'anni, la voce di Beatrice è stanca e strozzata. E il cuore fragile di Alfredo ha perso i suoi colori. Perché tutto sta per cambiare.


Sapevo di avere davanti un libro duro già prima di iniziare, la lettura mi ha dato conferma di un volume dal quale non sono riuscita a staccarmi ma che mi ha fatto male e, allo stesso tempo, mi ha fatto arrabbiare.
Lo stile narrativo dell'autrice, qui al suo esordio, è molto bello ma senza filtri, la descrizione cruda e spietata degli ambienti ci trascina dentro una realtà che sembra lontana dalla nostra ma che, invece, è decisamente attuale, soprattutto per le tematiche narrate.
Purtroppo i due protagonisti non mi hanno convinta, essi si completano a vicenda quasi fossero due facce della stessa medaglia ma, con entrambi, non ho trovato la scintilla che me li facesse gradire davvero. Beatrice è la parte dura, testarda e forte, proprio per questo spesso antipatica nei comportamenti. L'ho apprezzata nella sua ostinazione, soprattutto nell'ultima parte del racconto ma proprio non mi è piaciuta in altri punti, quando perde tutta la sua maturità e si lascia trascinare dagli eventi. Alfredo invece è debole, codardo e la sua arrendevolezza mi ha irritata tantissimo.
La storia d'amore tra i due ragazzi si sviluppa quasi inconsapevolmente, è fatta di sottintesi e si osserva dall'esterno, senza venire mai davvero trascinati nella passione che dovrebbe esserci ma per la quale, da lettrice, ho dubitato fino alle ultime pagine. Proprio per questo, non mi è piaciuto il finale, un messaggio di speranza necessario ma che stona e che, a mio avviso, non trova appigli con quanto raccontato.
Voto: 3,5/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: verde - leggi un libro che abbia vinto un premio
Visual Challenge: coppia

lunedì 11 giugno 2018

[Libri] Sempre d'amore si tratta di Susanna Casciani



Titolo: Sempre d'amore si tratta
Autore: Susanna Casciani
Editore: Mondadori
Formato: eBook
Pagine: 167
ISBN: 9788852086243

"Bisogna prendersi cura dei doni come se fossero piccoli fiori selvatici: sbocciano senza il nostro aiuto, ma dobbiamo fare attenzione a non calpestarli, a non maltrattarli". E la piccola Livia di doni ne ha eccome. Come si fa a non accorgersene? Lei è una che quando si muove assomiglia a una nuvola trascinata dal vento, capace di rendere più colorato tutto quello che tocca. È timidissima, parla poco, però sorride a tutti. E poi ama scrivere, perché farlo la fa sentire diversa, nel senso di speciale, come se nelle sue vene al posto del sangue scorressero le parole. È un cuore puro il suo, e fragile, e per questo avrebbe bisogno di essere accudito e protetto. Però si sa, le stelle, le stesse alle quali Livia bambina si rivolge sommessamente tutte le sere, seduta sul terrazzo di casa, molto spesso si fanno gli affari loro e non sempre hanno voglia di guardare giù, di ascoltarci. Infatti, a un certo punto, nella vita di Livia accade qualcosa che le inceppa il cuore. Coll'aggravarsi della depressione della madre, tutto per lei diventa faticoso, difficile. Ragazzina sognatrice e poi giovane donna, Livia cerca comunque di spiccare il volo ma, quasi fosse una farfalla con un'ala di seta e una di piombo, non fa che sbattere da tutte le parti rovinando puntualmente al suolo. Così, caduta dopo caduta, sfinita da un amore - quello per la mamma malata - che si ciba della parte migliore di lei, inizia a non fare più caso alle piccole magie che accadono ogni giorno e finisce per rassegnarsi a lasciare andare tutti i suoi sogni. Quel che non sa è che l'amore è più potente di qualsiasi delusione e sa farsi largo anche tra le macerie di una vita che odora di terra bruciata come la sua...
"Sempre d'amore si tratta" racconta la storia di Livia, dall'infanzia all'età adulta. E lo fa attraverso lo sguardo delle tante persone che, in momenti diversi, ne incrociano la strada, anche solo per poche preziose ore. Tante istantanee capaci di tratteggiare con precisione l'esistenza di una singola persona ma al contempo di raccontare anche un po' di tutti noi, di quanto sia difficile accogliere l'amore nella nostra vita, prendercene cura, proteggerlo e quanto sia spesso più facile, piuttosto, fuggirlo, maltrattarlo o convincersi di poterne fare a meno.


Questo romanzo si legge tutto d'un fiato ma, nonostante la brevità, è estremamente intenso.
Mi ha colpita la struttura narrativa inconsueta, l'autrice ha infatti deciso di parlarci della protagonista attraverso gli occhi delle persone che le stanno accanto e le vogliono bene, chi per pochi attimi e chi per una vita intera. I vari personaggi che via via prendono la parola appaiono per pochi attimi ma sono tutti ben caratterizzati e distinti, cosa non semplice viste le poche pagine che compongono quest'opera, ma riuscita al meglio. Il punto di vista di Livia, che da bambina piena di sogni e fantasia vediamo spegnersi con il passare degli anni, arriva solamente nell'ultimo capitolo, ma possiamo comunque tracciarne il carattere facilmente.
Lo stile di scrittura è splendido e, oltre ai sentimenti più puri, dal racconto emerge una sensibilità particolare dell'autrice che mi ha molto stupita. La ricerca della felicità di Livia si impone prepotentemente attraverso la solitudine che la ragazza prova anche in mezzo a tante persone, descrivendo sensazioni e momenti nei quali è stato fin troppo facile immedesimarmi, in quanto rivelatisi specchio della vita di ognuno.
Anche la tematica della depressione, un argomento sicuramente non semplice da descrivere e far comprendere, viene trattata in modo superbo. I capitoli che ho maggiormente apprezzato di tutto il libro e che mi hanno fatto venire i brividi sono proprio quelli di Caterina: dalle sue parole affiorano un mal di vivere e una rassegnazione che mi hanno lasciato addosso una sensazione di tristezza e inadeguatezza.
Voto: 5/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: azzurro - leggi un libro uscito nel 2017 o 2018
Tutti a Hogwarts con le 3 Ciambelle: Tassorosso - Gringott - Cappello parlante

sabato 9 giugno 2018

[Libri] Per sempre mia di Jennifer L. Armentrout



Titolo: Per sempre mia
Autore: Jennifer L. Armentrout
Editore: Nord
Formato: eBook
Pagine: 313
ISBN: 9788842930716

È bastato un battito di ciglia per mandare in frantumi il mondo di Sasha Keeton. Da studentessa come tante, in un attimo si è ritrovata prigioniera di un serial killer. Lo Sposo l'ha tormentata per giorni, e solo un miracolo le ha permesso di fuggire. E da allora non ha più smesso di fuggire. Nemmeno quando ha saputo che lo Sposo era morto, nemmeno per riabbracciare Cole, il ragazzo che stava imparando ad amare. Per dieci anni, Sasha è rimasta il più lontano possibile da casa. Adesso però è stanca: il suo sogno è sempre stato quello di gestire il bed & breakfast di famiglia, ed è arrivato il momento di realizzarlo. E, non appena rivede Cole, si rende conto che aveva anche un altro motivo per tornare...
Cole Landis non si è mai perdonato per quanto accaduto quella notte. Avrebbe dovuto accompagnare Sasha, invece di lasciarla tornare da sola. Per dieci anni ha cercato di rifarsi una vita, pur sapendo che esisteva solo una donna capace di renderlo felice. Ecco perché, ora che il destino gli sta dando una seconda occasione, Cole è determinato a coglierla. Ma è davvero possibile ricominciare tutto da capo, ignorando il passato? In città nessuno sembra aver dimenticato e Sasha ha sempre l'impressione di essere spiata. Poi lei e Cole trovano i finestrini della macchina sfondati e una macabra sorpresa sul sedile posteriore. Infine il cadavere di una donna viene rinvenuto proprio nel luogo dove lo Sposo abbandonava i resti delle sue vittime, e Cole capisce che Sasha è di nuovo in pericolo. Ma stavolta la proteggerà, anche a costo della vita...


Questo libro è un ottimo compromesso tra giallo e romance!
Ho trovato la parte thriller decisamente intrigante, l'autrice è riuscita a creare una trama non banale e psicologicamente forte che mi ha lasciato addosso una sensazione di ansia e angoscia per tutte le pagine. All'inizio questo aspetto mi è sembrato eccessivo ma, una volta terminata la lettura, l'ho rivalutato in quanto si è rivelato necessario per mantenere alta l'attenzione e invogliare a proseguire velocemente per scoprire l'evolversi della vicenda. Allo stesso tempo, la svolta rosa data alla storia non prevarica sulla parte investigativa ma è utile per smorzare la tensione che, inevitabilmente, si viene a creare.
Sasha mi è piaciuta molto: è una protagonista dal carattere deciso, ma ha dei prevedibili momenti di vulnerabilità che la rendono vicina al lettore. La sua capacità di superare i momenti di debolezza, sostenuta da tutto quello che ha dovuto subire in passato, si scontra, però, con l'ingenuità mostrata durante la scena clou del romanzo, quando si trova faccia a faccia con il serial killer, una scelta che personalmente mi ha un po' delusa.
L'identità dell'assassino è facilmente intuibile già molto prima del finale ma viene messa ripetutamente in dubbio da vari dettagli che, praticamente, mi hanno portata a sospettare via via di tutti i personaggi maschili! Proprio per questo Cole non mi ha convinta del tutto, mi è sembrato sempre un po' distaccato e ho guardato ai suoi comportamenti con diffidenza, senza riuscire a essere totalmente coinvolta nella sua vicenda.
Voto: 4/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: giallo
Visual Challenge: coppia

venerdì 8 giugno 2018

[Libri] Una fiamma nella notte di Sabaa Tahir



Titolo: Una fiamma nella notte
Autore: Sabaa Tahir
Editore: Nord
Formato: Copertina flessibile
Pagine: 431
ISBN: 9788842929079

In un mondo dominato dalla paura e dalla tirannia, due ragazzi sono pronti a sacrificare ogni cosa in nome della libertà... Servire l'impero. Quello era il destino di Elias, il risultato di anni di addestramento fisico e psicologico. Ma tutto è cambiato quando, assecondando il proprio istinto, lui si è rifiutato di giustiziare Laia, una schiava colpevole soltanto di sognare un mondo migliore. È stato allora che Elias ha aperto gli occhi e ha capito di non voler essere complice di un regime oppressivo e autoritario. E, ora, è lui il condannato a morte. Tuttavia in suo aiuto accorre Laia, che gli propone un patto: lei lo farà scappare se, in cambio, lui la guiderà fino a Kauf, la famigerata prigione in cui sono reclusi i traditori, e l'aiuterà a organizzare l'evasione di suo fratello Darin. Elias accetta e, ben presto, i due si ritrovano a marciare attraverso una terra selvaggia e irta di pericoli, costantemente braccati dall'esercito imperiale. Ed Elias scoprirà troppo tardi che tra i soldati che danno loro la caccia c'è anche Helene, la sua compagna d'armi all'accademia, la sua amica più fidata. L'unica che è sempre stata in grado di prevedere ogni sua mossa. E adesso Helene ha un solo, straziante obiettivo: ucciderlo...


Dopo aver letto "Il dominio del fuoco" ed essere rimasta con il fiato sospeso in merito alla sorte di Laia e Elias, sono stata felicissima di potermi immergere di nuovo nei territori dell'Impero.
Come il primo volume, anche questa lettura è estremamente cruda, non vengono risparmiate al lettore scene strazianti e, per me, è proprio questa mancanza di filtri il punto di forza della serie.
Stavolta ho avuto la sensazione che la narrazione fosse più lenta, nonostante la struttura ben divisa in parti attraverso i brevi capitoli dedicati ai vari personaggi.
Laia mi è piaciuta meno, mi è sembrata più debole e facile ad essere manipolata. A differenza del libro precedente, infatti, qui è prevalsa tutta la sua fragilità e, purtroppo, la sua parte forte e combattiva è stata decisamente messa in secondo piano e il suo legame con Elias ha perso un po' di mordente.
Al contrario, la novità dei capitoli narrati dal punto di vista di Helene - per me i migliori del volume - mi ha fatto rivalutare tantissimo questo personaggio. Nel primo libro la ragazza mi era sembrata troppo rigida e calcolatrice, qui invece è uscita fuori la sua natura sentimentale, creando una combinazione perfetta di coraggio, determinazione e altruismo.
Ho trovato particolare la storyline dedicata al protagonista maschile: questo nuovo lato del mondo magico creato dall'autrice è stata inaspettata e mi ha molto affascinata, essendo allo stesso tempo estremamente suggestivo e malinconico.
Anche in questo caso, l'opera della Tahir si è confermata una lettura piacevole e allettante, che conclude parte delle vicende narrate ma apre tanti nuovi spiragli che lasciano spazio all'immaginazione, nell'attesa e nella speranza che il seguito venga pubblicato presto anche in Italia.
Voto: 4,5/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: nero

mercoledì 6 giugno 2018

[Libri] The Kissing Booth di Beth Reekles



Titolo: The Kissing Booth
Autore: Beth Reekles
Editore: De Agostini
Formato: eBook
Pagine: 291
ISBN: 9788851165260

Rochelle ha diciassette anni, è bella, popolare, brillante. È circondata di amici, ma non è mai stata baciata. Non ha mai avuto un fidanzato, solo cotte per tipi sbagliati, bad boy di cui le era impossibile innamorarsi davvero. E Noah non fa eccezione. Anche lui è inaffidabile, tenebroso, irritante. E con le ragazze vuole solo divertirsi. Rochelle non ha alcuna intenzione di cedere al suo irresistibile fascino. Perché di una cosa è certa, Noah non è quello giusto. Glielo ripete di continuo anche Lee, il suo migliore amico, l'unica persona a cui Rochelle non potrebbe mai rinunciare. Ma il fatto che Lee sia il fratello di Noah complica ogni cosa. Soprattutto quando Lee scopre un segreto, un segreto inconfessabile che non può, o forse non vuole, condividere con Rochelle.


Ho scoperto questo libro per caso dopo essermi imbattuta, su Netflix, nel trailer del film che ne hanno tratto. Mi ha incuriosita e l'ho terminato in poche ore lo scorso weekend per staccare da letture più "impegnative".
La storia è estremamente adolescenziale ma perfetta per il suo target di riferimento, la trama è simpatica e i due protagonisti, Lee e Elle, mi sono piaciuti. In particolare, ho apprezzato il loro profondo rapporto di amicizia e il sentimento puro che li lega sin dalla nascita. Mi è piaciuto di meno Noah: la sua aria di superiorità mi ha innervosita e i suoi modi di fare mi sono sembrati eccessivamente prepotenti.
La storia scorre velocemente ma rimane sempre un po' piatta, il momento clou del romanzo arriva già a metà libro e per il resto delle pagine ci si aspetta un colpo di scena che dovrebbe movimentare la situazione ma che non appare. Inoltre, ho trovato troppo buonismo: tutti sono amici di tutti, la scuola perdona ogni comportamento fuori dalle righe senza conseguenze, i genitori accettano ubriacature e notti fuori casa come se fossero cose assolutamente normali. Per me un quadro poco realistico che ha decisamente influito sul mio giudizio complessivo.
Voto: 3/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: verde - leggi un libro da cui abbiano tratto un film o una serie tv
Visual Challenge: collana

martedì 5 giugno 2018

[Libri] Se ti accorgessi di me di Sharon Huss Roat




Titolo: Se ti accorgessi di me
Autore: Sharon Huss Roat
Editore: Newton Compton
Formato: eBook
Pagine: 310
ISBN: 9788822717399

L'ansia sociale di Vicky Decker l'ha spinta a elaborare complicate strategie per passare inosservata e non essere mai al centro dell'attenzione. L'unica con cui riesce a essere se stessa è la sua amica Jenna. Quando Jenna si trasferisce, però, Vicky rimane completamente sola e per combattere quell'isolamento ormai insostenibile, decide di creare una falsa identità sui social, ritoccando le foto di altre persone come se fossero sue e postandole sul profilo Instagram @vicurious. Improvvisamente comincia ad avere dei follower e ben presto si ritrova a vivere una vita parallela, senza nemmeno aver lasciato la sua cameretta. Ma più cresce il numero dei follower e più le diventa chiaro che ci sono moltissime persone, là fuori, che si sentono esattamente come lei: #sole e #ignorate nella vita reale. Per aiutare loro, e se stessa, dovrà rendere la sua realtà virtuale molto più reale...


Ho trovato questo romanzo molto simpatico, in particolare mi è piaciuta l'idea di integrare tutta la vicenda con l'universo dei social, rendendo l'opera estremamente attuale e rivolgendosi al target di riferimento in modo diretto, utilizzando un mezzo conosciuto per trasmettere un messaggio importante.
Il libro, infatti, porta all'attenzione un argomento forse sottovalutato, mettendo in luce come, nel mondo moderno, circondate da centinaia di followers e amici virtuali, molte persone si sentano in realtà estremamente sole.
Sulla protagonista Vicky ho avuto pareri contrastanti durante tutta la lettura: mi ha fatto tenerezza nei momenti in cui cerca di superare la sua ansia sociale e quando si rende conto di essere stata allontanata dalla sola amica che abbia mai avuto, ma in alcuni passaggi il suo comportamento mi è sembrato esagerato e mi ha un po' innervosita. Invece, mi è piaciuto molto Linus: il suo modo di reagire alla diversità con autoironia e la sua innata gentilezza lo hanno reso la spalla perfetta.
Ho trovato l'opera molto scorrevole, ho apprezzato lo stile di scrittura dell'autrice e il modo in cui, anche con poche righe, ogni figura venga caratterizzata con determinati elementi distintivi che la rendono unica e, allo stesso tempo, integrata nell'insieme dei personaggi.
Mi ha fatto sorridere la bellissima trovata di creare un vero profilo Instagram @vicurious, dove sono pubblicate alcune delle foto descritte nella storia, sicuramente una strategia di marketing originale, vincente e innovativa!
Voto: 4,5/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: azzurro
Visual Challenge: coppia