domenica 14 gennaio 2018

[Libri] Schegge di verità di Monica Lombardi


Titolo: Schegge di verità
Autore: Monica Lombardi
Editore: Amazon Publishing
Formato: eBook
Pagine: 352

Due donne, due amiche, Giulia e Livia, rapite una sera di novembre mentre tornano dal cinema. Una delle due riesce a fuggire, ma non ricorda nulla, né del rapimento né del suo passato. Il suo aiuto potrebbe essere determinante per la polizia, se solo riuscisse a mettere insieme le schegge di verità che come lampi le attraversano la mente. Il volto che però vede nello specchio continua a esserle del tutto estraneo.
Le indagini possono dunque partire solo dal bosco, teatro della fuga, e dalla spessa nebbia che blocca la sua memoria. A guidarle è il commissario Emilio Arco, con l'aiuto di Ilaria Benni, una sensitiva in grado di percepire la paura delle persone, e di uno psichiatra, coinvolto per motivi che oltrepassano la sfera professionale.
Monica Lombardi tesse con maestria una tela investigativa ricca di colpi di scena, in un giallo psicologico che scava negli abissi della mente umana.


Questo thriller psicologico è riuscito perfettamente nel suo intento di creare suspense, confondermi e, per buona parte del libro, farmi dubitare di quasi tutti i personaggi.
L'idea di mettere il lettore sullo stesso piano della vittima grazie alla sua perdita della memoria mi è piaciuta, però, come accaduto a Livia, ad un certo punto mi hanno irritata moltissimo le omissioni, anche se alcuni dettagli che sono poi stati svelati erano facilmente intuibili. La risoluzione del caso viene messa in secondo piano, superata dall'aspetto psichico che vede la protagonista riappropriarsi della sua vita un pezzo alla volta. Purtroppo il nome del colpevole non è una sorpresa e probabilmente questa parte sarebbe potuto essere gestita meglio.
Non mi ha convinta appieno Andrea, anche se ho capito il suo punto di vista e la difficoltà nel gestire la situazione visto il suo doppio ruolo di fidanzato e di medico, invece ho trovato piacevole il commissario Arco e mi ha stupita in positivo Ilaria, un personaggio molto particolare e ben inserito nella storia, cosa non facile visto il suo ruolo non proprio comune in un'opera di questo genere.
Non conoscevo l'autrice, il suo stile di scrittura mi è piaciuto, la lettura è stata scorrevole e, soprattutto nelle ultime pagine, nonostante avessi già capito quale sarebbe stato l'epilogo, non sono proprio riuscita a staccarmi dal libro. Il finale volutamente lasciato aperto mi ha lasciato una sensazione di inquietudine che mi sta convincendo a leggere anche il volume successivo della serie!
Voto: 4/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: giallo
Visual Challenge: alberi

mercoledì 10 gennaio 2018

[Libri]7-7-2007 di Antonio Manzini


Titolo: 7-7-2007
Autore: Antonio Manzini
Editore: Sellerio
Formato: eBook
Pagine: 384
ISBN: 9788838935404

Rocco Schiavone è il solito scorbutico, maleducato, sgualcito sbirro che abbiamo conosciuto nei precedenti romanzi che raccontano le sue indagini. Ma in questo è anche, a modo suo, felice. E infatti qui siamo alcuni anni prima, quando la moglie Marina non è ancora diventata il fantasma del rimorso di Rocco: è viva, impegnata nel lavoro e con gli amici, e capace di coinvolgerlo in tutti gli aspetti dell'esistenza. Prima di cadere uccisa. E qui siamo quando tutto è cominciato. Nel luglio del 2007 Roma è flagellata da acquazzoni tropicali e proprio nei giorni in cui Marina se ne è andata di casa perché ha scoperto i «conti sporchi» di Rocco, al vicequestore capita un caso di bravi ragazzi. Giovanni Ferri, figlio ventenne di un giornalista, ottimo studente di giurisprudenza, è trovato in una cava di marmo, pestato e poi accoltellato. Schiavone comincia a indagare nella vita ordinata e ordinaria dell'assassinato. Giorni dopo il corpo senza vita di un amico di Giovanni è scoperto, in una coincidenza raccapricciante, per strada. Matteo Livolsi, questo il suo nome, è stato finito anche lui in modo violento ma stavolta una strana circostanza consente di agganciarci una pista: non c'è sangue sul cadavere. Adesso, l'animale da fiuto che c'è dentro Rocco Schiavone può mettersi, con la spregiudicatezza e la sete di giustizia di sempre, sulle tracce «del figlio di puttana che ha accoltellato due ventenni alla base del cranio». Ma se fosse la storia di un balordo solitario, sarebbe troppo liscia. Rocco invece ha un appuntamento con il fato tragico, e non sa di averlo. E quell'appuntamento gli lascia in eredità un nemico appostato quasi dieci anni dopo, quando, finito il ricordo, si ritorna al presente e Rocco ha da chiudere definitivamente il caso.


Questo libro è una parentesi tra le vicende di Schiavone raccontate finora, è infatti un salto nel passato romano del vicequestore nel periodo della tragedia che ha sconvolto la sua vita.
Ho trovato magnifica la caratterizzazione del personaggio che, pur presentando le particolarità che ormai abbiamo imparato a conoscere, nella prima parte dell'opera non è ancora stato toccato dal dolore e quindi manca di quella triste malinconia che lo accompagna, invece, negli avvenimenti presenti.
Purtroppo sapere come sarebbe andata a finire la vicenda di Marina ha un po' penalizzato la lettura, in questo senso avrei preferito l'effetto sorpresa ma, di contro, avere già un'idea sommaria mi ha comunque invogliata a leggere velocemente per arrivare a capire come il tutto fosse accaduto.
La scrittura dell'autore è sempre estremamente coinvolgente e, nonostante il caso trattato sia uno dei più duri, visto che riguarda dei giovani ragazzi, il libro appassiona e tiene incollati alle pagine.
A differenza degli altri volumi, il finale che ci riporta alla realtà valdostana viene lasciato in sospeso, la trama principale è ancora completamente aperta e sono stati fatti pochi passi in avanti in merito, personalmente mi sarei aspettata qualcosa di più e un po' sono rimasta delusa.
Voto: 4/5

Partecipo a:
Di che colore sei?: giallo - leggi un libro scritto da un autore/autrice italiano/a

domenica 7 gennaio 2018

[Libri] Dodici ricordi e un segreto di Enrica Tesio




Titolo: Dodici ricordi e un segreto
Autore: Enrica Tesio
Editore: Bompiani
Formato: Copertina flessibile
Pagine: 272
ISBN: 9788845295355

"Vuoi essere l'addetta al ricordo, bambina mia?" Attilio, il nonno che è stato per lei un padre, fa ad Aura questa richiesta sconcertante: non assistere alla malattia che divorerà la mia mente, ricordami nel pieno della vita. Aura è una ragazza speciale, ha il nistagmo - disturbo che fa muovere le pupille incessantemente e che le è valso il soprannome di Signorina Occhipazzi - e davvero il suo sguardo è sempre rivolto a qualcosa di diverso da quello che vedono gli altri, come alla ricerca di un dettaglio che eternamente le sfugge. Ma proprio per questo Aura è coraggiosa, sa stare sola, sa che gli uomini spesso guardano solo la superficie delle cose: così accetta la sfida e parte per un paese lontano. Quando però, al suo ritorno, scopre che Attilio è stato di parola e si è recluso in una casa di riposo, Aura capisce di non voler rispettare il patto e comincia a cercare il nonno ovunque: nei messaggi che lui ha seminato dietro di sé come sassolini bianchi nel bosco, nella memoria di chi gli ha voluto bene, nei propri ricordi e in quelli di sua madre Isabella, inadeguata all'amore eppure caparbiamente ostinata a cercarlo, sempre troppo "leggera" ma forse per questo capace di rialzarsi quando cade. È così che Aura raccoglie frammenti dell'esistenza del nonno ma anche di quelle dei molti personaggi che popolano il romanzo: "cocci" di vite autentiche, spesso dolenti, irrisolte ma capaci di incastrarsi le une con le altre in maniera sorprendente.


Questo libro è dedicato alla memoria e ai ricordi, quelli che ti colpiscono quando meno te lo aspetti, che ti tornano in mente senza ragione e ti restano in testa per giorni.
Viviamo l'intera vicenda attraverso gli occhi e le parole di Attilio, un uomo che ha dedicato la vita all'insegnamento e che si ritrova preda dell'Alzheimer, una malattia che nel testo non viene mai chiamata con il suo nome ma viene personificata in Emme, rivendicando così il suo ruolo da protagonista. È proprio lei, infatti, a dare il via a tutto, a spingere la giovane Aura alla ricerca e alla scoperta di un grande segreto celato per tanti anni, che per me si è rivelato del tutto inaspettato ma ben costruito.
Ho particolarmente apprezzato l'espediente adottato dall'autrice di alternare capitoli al presente e capitoli di ricordi, lasciati nelle mani del nonno. In questo modo sono riuscita a farmi un'idea di come siano andate le cose, non senza colpi di scena, arrivando a scoprire la verità al passo con i protagonisti del romanzo.
Nessuno dei tanti personaggi è perfetto, ognuno ha le sue insicurezze, i propri problemi e segreti, oltre a evidenti difetti fisici. Tutto ciò li rende veri, gente comune che potremmo incrociare per strada ogni giorno. Aura e Isabella sono agli opposti, i loro ruoli sono sempre invertiti e la figlia diventa spesso madre, accudendo la donna che dovrebbe essere maturata negli anni ma si rivela incapace di crescere. La giovane dai ricci ribelli, invece, è fin troppo giudiziosa, tanto da risultare, a volte, quasi antipatica. Nonostante sia molto nascosto e appaia soltanto in una manciata di righe, uno dei personaggi che mi è piaciuto di più è stato quello di Gemma, con i suoi ricordi malinconici e la sua dedizione ammirevole.
Ho aspettato qualche giorno prima di scrivere di questo libro perché la sensazione che mi è rimasta addosso è quella di una storia che si apprezza lentamente e involontariamente, riflettendo su di essa dopo aver chiuso l'ultima pagina.
Voto: 4/5

Partecipo a:
Tutti a Hogwarts con le 3 ciambelle: Tassorosso - Hagrid
Di che colore sei?: verde - leggi un libro scritto da un autore/autrice italiano/a

sabato 6 gennaio 2018

Swap Calendario dell'Avvento ASI 2017

Con enorme ritardo, finalmente vi mostro quanto inviato e ricevuto per lo Swap Calendario dell'Avvento, organizzato come ogni anno sul forum ASI!
Stavolta ho avuto la fortuna e il piacere di avere come abbinata Patrizia, una meravigliosa donna che ho conosciuto tramite i messaggi che ci siamo scambiate a partire dall'estate (eravamo entrambe in vacanza quando abbiamo scoperto gli abbinamenti) e che spero di continuare a scoprire nelle prossime attività dell'associazione.

Questo è il calendario che ho inviato: ho deciso di confezionare i pacchetti con carta da pacchi marrone, chiuderli con dello spago morbido color crema e decorarli con washi tape, stickers, tag con i numeri e pigne!


Il calendario ricevuto, invece, aveva pacchetti confezionati con carta bianca, chiusi con dello spago bicolore bianco e nero e decorati da tag a forma di stella timbrate e impreziosite dai grandi numeri color oro, elegantissimo!


Venerdì 1 dicembre
Ho inviato un addobbo realizzato a mano usando come base un cuore in legno intrecciato, decorato con nastro scozzese e una stella di natale in pannolenci.


Ho ricevuto una splendida card attraverso la quale Patrizia si è raccontata, svelandomi dettagli della sua vita che non conoscevo. 


Sabato 2 dicembre
Ho inviato un set di lettere e numeri stickers, sempre utili!


Ho ricevuto un meraviglioso album December Daily!


Domenica 3 dicembre
Ho inviato una confezione di strass colorati.


Ho ricevuto tanti abbellimenti realizzati a mano.


Lunedì 4 dicembre
Ho inviato un set di fiori realizzati a mano con cartoncino, nastri colorati e bottoni.


Ho ricevuto un set di due tagliabiscotti a forma di fiocco di neve.


Martedì 5 dicembre
Ho inviato due set di spilli decorati.


Ho ricevuto un rocchetto di spago naturale.


Mercoledì 6 dicembre
Ho inviato un set di timbrate di sentiments vari.


Ho ricevuto due confezioni di sticky notes coloratissimi.


Giovedì 7 dicembre
Ho inviato un deodorante per auto a forma di Babbo Natale, pensando alla passione di Patrizia per i viaggi in camper!
Purtroppo di questo regalo non trovo più la foto scattata da me, comunque è questo:


Ho ricevuto una stecca di cioccolata fondente con scorze di arancia e mandorle.


Venerdì 8 dicembre
Ho inviato un libro con segnalibro realizzato a mano.


Ho ricevuto delle fustelle metalliche a forma di stella.


Sabato 9 dicembre
Ho inviato delle fustellate di sentiments vari, realizzate sulla carta kraft.


Ho ricevuto un set di bakers twine di vari colori.


Domenica 10 dicembre
Ho inviato delle caramelle alle spezie tipiche dell'Alto Adige, acquistate a Brunico durante le vacanze estive.


Ho ricevuto dei centrini di carta, sempre utilissimi per mille progetti!


Lunedì 11 dicembre
Ho inviato un vasetto decorato, pieno di bottoni di legno.


Ho ricevuto un astuccio realizzato in Uganda, dove ogni anno Patrizia va a fare volontariato.


Martedì 12 dicembre
Ho inviato un set di washi tape sui toni dell'oro.


Ho ricevuto un set di timbri trasparenti natalizi.


Mercoledì 13 dicembre
Ho inviato un bruciatore con una Yankee Candle al gelsomino.


Ho ricevuto un set di mini carte natalizie.


Giovedì 14 dicembre
Ho inviato un set con tre clips con Babbo Natale, realizzate a mano.


Ho ricevuto uno splendido addobbo realizzato a mano!


Venerdì 15 dicembre
Ho inviato delle fustellate "Love" realizzate su gomma crepla glitterata.


Ho ricevuto un addobbo in legno.


Sabato 16 dicembre
Ho inviato un vasetto di confettura di ciliegie, realizzata a mano con i frutti della nostra pianta.


Ho ricevuto delle fustelle metalliche a forma di fiocco di neve.


Domenica 17 dicembre
Ho inviato lo schüttelbrot, un pane tipico dell'Alto Adige, acquistato durante le vacanze estive.


Ho ricevuto un set di tag realizzate a mano, bellissime!


Lunedì 18 dicembre
Ho inviato un set di clips a forma di baffi.


Ho ricevuto dei piccoli addobbi in legno a forma di renna.


Martedì 19 dicembre
Ho inviato un set di tags di varie misure, tagliate nella carta effetto legno.


Ho ricevuto un set di paillettes, confezionato in modo splendido.


Mercoledì 20 dicembre
Ho inviato degli abbellimenti die cuts.


Ho ricevuto un set di timbri trasparenti con sentiments natalizi.


Giovedì 21 dicembre
Ho inviato un mini donut portacuffie.


Ho ricevuto un kit con tantissime paillettes di varie forme e colori.


Venerdì 22 dicembre
Ho inviato un set di vari nastrini in raso natalizi.


Ho ricevuto tre washi tapes glitterati.


Sabato 23 dicembre
Ho inviato un set di cartoncini di tanti colori embossati.


Ho ricevuto un "barattolo del sorriso"!


Domenica 24 dicembre
Ho inviato una tazza natalizia piena di caramelle alla frutta.


Ho ricevuto un notes realizzato a mano.


Lunedì 25 dicembre: Natale!
Ho inviato una scatola effetto legno decorata con un centrino di carta, tre rose realizzate a mano e la scritta "Tea Time", riempita con tante bustine di tè e tisane differenti e degli accessori a tema.


Ho ricevuto una chiavetta usb a forma di unicorno contenente tanti libri digitali!