martedì 20 giugno 2017

[Libri] Un semplice gesto di tenerezza di Akli Tadjer




Titolo: Un semplice gesto di tenerezza
Autore: Akli Tadjer
Editore: Garzanti
Formato: Copertina rigida
Pagine: 244
ISBN-10: 881168806X
ISBN-13: 9788811688068

Ci sono mattine in cui ci si sveglia felici. Bastano poche cose, come un raggio di sole che solletica gli occhi e una tazza di caffè fumante che aspetta in cucina. Queste sono le mattine in cui Adèle Reverdy adora girare per Parigi tra i vicoli stretti pieni di botteghe e bistrot. Eppure sente che nella sua vita c'è qualcosa che le manca. O meglio qualcuno. Qualcuno con cui passeggiare lungo la Senna abbracciati. Qualcuno con cui condividere tanta bellezza. Per lei non è mai stato facile trovare un fidanzato. Un po' perché è timida e imbranata e un po' perché il suo è un lavoro piuttosto imbarazzante: lavora nell'agenzia di pompe funebri della sua famiglia. Ma alla festa del suo trentesimo compleanno, mentre il tramonto incendia Montmartre, inaspettatamente incontra il sorriso di Léo. E si sente come se una luce nuova le avesse finalmente trapassato il cuore. Léo è un ex artista di strada che a causa di un incidente ha perso la vista. Ed è per questo che ha una sensibilità speciale, che va oltre la superficie, dove si nascondono i sentimenti più profondi. Lui riesce a capirla come nessun altro. Ogni suo gesto, ogni sua carezza le raccontano qualcosa della sua anima e della tenerezza di un abbraccio. Con Léo, Adéle si sente forte come non lo è mai stata. Tanto forte da lottare per tutto quello che ha conquistato. Perché anche l'amore più vero e profondo deve superare degli ostacoli. Deve dimostrare al mondo la sua unicità. Deve essere protetto come la cosa più rara e preziosa che ci sia.


Questo libro è molto particolare, il tema trattato non è nulla di nuovo ma la protagonista è diversa dalle classiche ragazze che troviamo nei romanzi d'amore. Adéle è infatti da sempre cresciuta a stretto contatto con la morte, subentrando nella gestione dell'impresa di pompe funebri di famiglia alla scomparsa improvvisa dei genitori e l'aria di cinismo che circonda ogni suo pensiero e comportamento è forte e si percepisce continuamente.
Tuttavia, nonostante all'inizio questo atteggiamento diverso mi abbia in un certo senso affascinata, andando avanti con la lettura mi ha stancata: la ragazza infatti è molto pessimista e continua a porsi dubbi anche nei momenti di felicità, vive la sua storia d'amore perfetta ma è preda della gelosia nei confronti di Clara, è profondamente legata alla sorella Rose ma si percepisce continuamente un senso di invidia e inadeguatezza. Ho trovato molto bello invece il personaggio di Leïla, sempre pronta a sfidare le convenzioni e i pregiudizi, sicura si sé e appassionata del proprio lavoro sui generis.
La storia è piacevole e si legge velocemente ma, personalmente, ho trovato piuttosto assurda la decisione di aiutare Léo in modo così repentino e, soprattutto, sono rimasta molto delusa dal finale: totalmente inadatto, troppo netto e senza spiegazioni.
Voto: 3/5

Partecipo a:
The Hunting Word Challenge: farfalla (in copertina)

Nessun commento:

Posta un commento